La contrapposizione tra software libero e software proprietario non è solo un fatto di tecnologia e non riguarda esclusivamente i programmatori o gli hackers.
La libera utilizzazione di strumenti così importanti per il progresso umano ed il benessere è un
fatto che ha forti implicazioni etiche e sociali. Le reti informatiche e i software sono essenziali per le istituzioni che rendono servizi ai cittadini e governano la società, sono essenziali per chi lavora e per le aziende, sono essenziali per i privati cittadini. Per combattere il digital divide, che crea iniquità sociale e mancanza di pari opportunità fra le persone, lo strumento informatico non può essere ad alto costo e non può essere riservato ad una élite. Peraltro il tema impatta anche sulla libertà di espressione e sul diritto di cronaca in molti paesi del mondo.
Questo non significa, naturalmente, che i titolari di software proprietari siano immorali o colpevoli di condotte antisociali: significa che è un tema di rilevante attualità e che le tante iniziative e gruppi che sostengono la causa del software open source e del free software hanno una ragione d’essere e meritano attenzione.
Piuttosto che utilizzare copie pirata di software proprietari (una cattiva abitudine diffusa in Italia più che altrove e che equivale a rubare) è molto meno rischioso e più etico reperire ed imparare ad usare un software libero: oggi sono affidabili, versatili, ampiamente compatibili.

CONTRAFFAZIONE
CONTATTI

Adiconsum

Largo A.Vessella 31

00199 - Roma IT

membro del CNCU D.lgs n. 206/2005

CF 96107650580

progetti@adiconsum.it

SOCIAL
Links Utili
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube
PARTNER

IC VIA MICHELI

ROMA

© 2018 ADICONSUM

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube